ROMA – “Alcuni recenti ed inquietanti fatti di cronaca stanno evidenziando raccapriccianti violenze contro le donne ad opera di soggetti “vip”, che in virtù di tale posizione invocano poi inverosimili forme di attenuanti, scaricano le responsabilità sulle vittime e propongono ricostruzioni “alternative” se non fantasiose dell’accaduto, facendo leva sull’opportunità di avvalersi della difesa di importanti studi legali e veri e propri pool di consulenti di parte. Ma la violenza sulle donne è una barbarie inaccettabile che non può avere giustificazioni”.  Lo ha dichiarato la senatrice Urania Papatheu, esponente di Forza Italia e componente della Commissione Parlamentare sul Femminicidio.

“Occorre sempre garantire pari dignità alla difesa e alla accusa e presunzione di innocenza a chiunque nei tre gradi di giudizio, ma deve essere altrettanto chiaro – evidenzia la sen. Papatheu – che in Italia non può esistere nessuna scorciatoia giudiziaria, né sconti né “scudi” per chi picchia, stupra e maltratta donne. Vale per facoltosi imprenditori, vale per figli rampolli di ricchi comici e per chiunque: di fronte alla giustizia si è tutti uguali e non c’è status sociale che giustifichi l’orrore della violenza su una donna”.

© Riproduzione Riservata

Commenti