ROMA – “La giornata mondiale della pesca per l’Italia stavolta non può essere una ricorrenza di festa per l’Italia perché 18 nostri connazionali sono ancora in ostaggio in Libia, da ormai 82 giorni, e il governo italiano ad oggi non è stato in grado di riportare a casa questi onesti lavoratori posti in stato di detenzione senza aver commesso alcun reato”. Lo ha dichiarato la senatrice Urania Papatheu, parlamentare di Forza Italia.

“Questa assurda vicenda è un incubo per le famiglie ed è una ferita al cuore del nostro Paese. A fronte dell’ormai conclamata inadeguatezza del ministro Di Maio a guidare la Farnesina, rilancio il mio appello al premier Conte: trovi una soluzione urgente e risolutiva per mettere fine a questo inaccettabile crimine nei confronti dei pescatori di ‘Atlantide’ a ‘Medinea’.

“Basta promesse, basta con le esitazioni. I pescatori di Mazara del Vallo vanno liberati subito”, è il monito della senatrice Papatheu.

© Riproduzione Riservata

Commenti