Giuseppe Cundari
Giuseppe Cundari, sindaco di Gaggi

GAGGI – Il sindaco Giuseppe Cundari ha aggiornato la situazione dei contagi da Covid a Gaggi, dove si registrano nuovi casi di positività. “Cari concittadini, nonostante si iniziano a registrare i primi guariti, purtroppo, i contagi nel nostro territorio comunale tendono ad aumentare. Dai dati ufficiali trasmessi dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, i concittadini residenti o dimoranti nel territorio del Comune di Gaggi risultati positivi al Covid-19 sono 11 (undici) oltre 3 (tre) che già risultano guariti. Inoltre, a seguito del mio appello a comunicare tempestivamente la positività al Covid-19, ho ricevuto notizia da 6 (sei) concittadini che, a seguito di esecuzione privata del tampone molecolare o rapido, sono risultati positivi al virus”.

“Pertanto, nel territorio comunale di Gaggi si registrano in totale 17 (diciassette) casi di positività al Covid-19. Tutti i concittadini contagiati, al momento e fortunatamente, non riportano sintomi gravi tali da richiedere l’ospedalizzazione e, al bisogno, vengono monitorati dai nuclei USCA del Distretto di Taormina. Considerato i ritardi accumulati dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina nelle comunicazioni dovute all’Autorità Sanitaria Locale competente per territorio, rinnovo l’appello all’intera cittadinanza di comunicarmi eventuale riscontro della positività al Covid-19”.

“Ai miei concittadini affetti da Covid-19 desidero augurare una pronta e veloce guarigione, rinnovando sempre la mia vicinanza, il mio personale sostegno e, soprattutto, ricordandovi che non sarete lasciati soli nell’affrontare questo delicato momento della Vostra Vita, ma sono con tutti voi. Al fine di non permettere l’aumento dei contagi sul nostro territorio, invito l’intera cittadinanza ad assumere comportamenti di sicurezza sempre più prudenziali, in particolare ad indossare la mascherina di protezione individuale, a mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, a igienizzare spesso le mani e ad uscire esclusivamente per motivi strettamente necessari. Solo rispettando queste piccole regole riusciremo a mantenere distante il virus da noi e dalla nostra comunità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti