Andrea Carpita

TAORMINA – “Siamo molto amareggiati per le polemiche sugli addobbi natalizi a Taormina. Ci sta a cuore specificare che la somma di 75 mila euro altro non è che un impegno di spesa a scopo precauzionale, nel caso in cui si dovesse decidere di addobbare la nostra città in occasione del Natale”. Lo ha precisato l’assessore al Turismo e Sport, Andrea Carpita, sulle polemiche scaturite dalla delibera di Giunta che impegna 75 mila euro per le luminarie del Natale 2020 a Taormina.

“E’ di tutta evidenza – afferma Carpita – che la spesa che sarà fatta effettivamente sarà commisurata alla reale esigenza della città, a seconda del livello di chiusura che sarà deciso dal Governo. Siamo coscienti e viviamo ogni giorno a stretto contatto con i cittadini e ben conosciamo le difficoltà economiche e familiari che quotidianamente si trovano ad affrontare a causa della pandemia che ha paralizzato la nostra economia e le nostre vite. L’intenzione è, qualora i dpcm che si susseguiranno ce lo consentiranno, quella di dare un segno di speranza e ricreare per quanto possibile una, seppur discreta e di basso profilo, atmosfera natalizia. In primis lo meritano i taorminesi che, in ogni caso, saranno costretti a rinunce ben più importanti e le restrizioni e le difficoltà che dovranno affrontare. Taormina è viva e continuerà a lottare per rialzarsi”.

“Ciò che è importante chiarire – continua Carpita – è che la somma non verrà mai spesa nella sua interezza, ma solo in piccola parte. Ad oggi nessun incarico è stato conferito. Va da se che le somme rimanenti verranno investite nel rilancio post covid del settore turistico, ossigeno per la sopravvivenza di Taormina. Faremo il possibile per stare accanto ai taorminesi. Siamo molto dispiaciuti che qualcuno abbia interpretato male questa delibera cavalcando il malumore dei tanti nostri concittadini si trovano oggi in grande difficoltà”.

© Riproduzione Riservata

Commenti