TORINO (ITALPRESS) – Anche in Francia cresce l’interesse per il futuro di Mario Draghi, a oltre un anno dalla sua uscita dalla Bce. Les Echos, il più importante quotidiano economico francese, gli dedica un ampio ritratto, inquadrando la sua carriera prima e dopo il periodo a Francoforte, in un disegno ampio, che potrebbe portarlo al Quirinale nel 2022. “Una buona parte del centrodestra, Berlusconi in testa, gli darebbe il suo appoggio”, spiega nell’articolo di Pierre De Gasquet l’ex premier Enrico Letta. Super Mario, com’era chiamato ai tempi del bazooka con cui era pronto a difendere l’euro, viene raccontato anche nella sfera privata, e vengono citati ampi stralci del suo ultimo intervento a Rimini al Meeting dello scorso agosto, quando ha messo in guardia i governi dall’utilizzare in modo sbagliato le risorse in arrivo dall’Europa, con il piano Next Generation Eu.
“I sussidi servono a sopravvivere, a ripartire. Ai giovani bisogna però dare di più: i sussidi finiranno e se non si è fatto niente resterà la mancanza di una qualificazione professionale, che potrà sacrificare la loro libertà di scelta e il loro reddito futuri”, aveva detto in quella occasione Draghi. Un messaggio tra le righe all’attuale premier Giuseppe Conte, sostiene Les Echos, che pochi giorni dopo al Forum Ambrosetti di Cernobbio, raccontò di un Draghi stanco nel 2019 a fine mandato, che rifiutò una candidatura alla presidenza della commissione europea. Secondo il quotidiano francese però, ora Draghi sarebbe in gran forma, pronto a tornare al centro della scena. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti