TAORMINA – Svolta in arrivo per quattro importanti finanziamenti richiesti dal Comune di Taormina per il patrimonio storico e culturale della città. La Regione Sicilia, attraverso l’assessorato all’Economia, ha chiesto infatti alla casa municipale di presentare al più presto la progettazione esecutiva delle iniziative sulle quali sono stati richiesti dei fondi per opere di ristrutturazione. Così l’Amministrazione del sindaco Mario Bolognari punta adesso a presentare quattro progetti esecutivi, concernenti la Villa comunale, l’ex Circolo del Forestiero e la Torre dell’Orologio. Su tre di queste iniziative il Comune si era già mosso a partire dal 2019 con le prime istanze presentate a Palermo, dove ora c’è la disponibilità all’assegnazione delle somme e così l’assessorato all’Economia ha sollecitato la trasmissione delle progettazioni definitive. I progetti già pronti per l’invio riguardano l’ex Circolo del Forestiero, la Torre dell’Orologio e la torretta ex casa del custode al Parco Florence Trevelyan, mentre ora si sta accelerando per redigere anche il progetto della torretta grande sempre della Villa comunale. Quest’ultimo progetto dovrebbe essere pronto in settimana entrante. Gli uffici di Palazzo dei Giurati contano di trasmettere i quattro progetti alla Regione entro fine mese. Da queste iniziative il Comune conta di intercettare, complessivamente, fondi per almeno 3 milioni e mezzo di euro con il relativo placet della Regione atteso tra le fine dell’anno e l’inizio del 2021. I vari iter, sovrintesi dal primo cittadino, vengono seguiti dagli assessori Enzo Scibilia e Francesca Gullotta.

Sull’ex circolo del forestiero sono stati richiesti Un milione e 180 mila euro e di recente il Comune ha anche detto alla richiesta di un privato che aveva ipotizzato la rifunzionalizzazione del bene, prendendola in affitto con destinazione turistico-ricettiva. Una prospettiva non accolta dal Comune anche perché c’è in atto proprio un progetto che si avvia ad essere finanziato e prevede l’utilizzo con destinazione dell’edificio – chiuso ormai dalla metà degli Anni 90 – a centro culturale.

Prevista, poi, come detto, la ristrutturazione di una delle torrette del parco comunale, l’ex casa del custode, sulla quale il Comune ha chiesto 600 mila euro alla Regione ed è ora in arrivo il via libera definitivo al finanziamento. Ma il Comune vuole inserire in questo pacchetto di interventi anche la ristrutturazione della torretta grande, per la quale si sta redigendo il progetto che dovrebbe prevedere interventi da almeno Un milione di euro.

la torretta principale del Parco Trevelyan

Infine, si va verso una svolta, con un finanziamento da 470 mila euro, per la Torre dell’Orologio, uno dei gioielli storici della città, dove proprio nelle scorse ore è stata intanto ripristinata dal Comune la funzionalità delle lancette e quindi si può di nuovo osservare l’orario corretto alla sommità del monumento, dopo un anno in cui l’orologio era rimasto fermo. A suo tempo, questa torre delimitava la parte della città definita “borgo quattrocentesco”. Non si esclude che la ristrutturazione della Torre dell’Orologio (conosciuta anche come Torre di mezzo) possa portare in futuro all’opportunità di farla visitare anche ai turisti, magari con dando modo di accedervi con delle presenze a piccoli gruppi di turisti. Ciò consentirebbe alla gente di apprezzare la bellezza del luogo che domina la capitale del turismo siciliano a pochi passi dalla centralissima piazza IX Aprile. E’ una eventualità che sicuramente richiamerebbe l’attenzione di tanti turisti, con la speranza che si possa tornare alla piena normalità della vita ed anche del turismo.

© Riproduzione Riservata

Commenti