ROMA (ITALPRESS) – E’ stato sottoscritto l’accordo tra Anicav, Assobibe, Assolatte e Fai, Flai, Uila che rinnova il Ccnl industria alimentare del 5 febbraio 2016, integrando l’accordo di rinnovo già sottoscritto il 31 luglio 2020 con Unionfood, Ancit e Assobirra con alcune specificità. Con questa intesa, il nuovo contratto di lavoro viene applicato alla stragrande maggioranza dei lavoratori del settore.
Fai-Flai-Uila comunicano, inoltre, la decisione di confermare la mobilitazione dei lavoratori, con il blocco di straordinari, flessibilità, e prestazioni aggiuntive e lo sciopero nazionale di 8 ore indetto per lunedì 16 novembre, in tutte le aziende aderenti alle associazioni non firmatarie dell’accordo di rinnovo e che non applicano il Ccnl 31 luglio 2020.
Fai-Flai-Uila auspicano che “dopo la firma dell’intesa odierna, anche le altre associazioni del settore aderiscano al rinnovo del Ccnl industria alimentare, dando così serenità e certezze a tutti i lavoratori del comparto in un momento di grande difficoltà per il paese”. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti