ROMA – “La ministra della Pubblica Istruzione, Azzolina, è passata dallo spot delle scuole che “sono il luogo più sicuro” all’obbligo della mascherina per tutti i bambini sopra i 6 anni. E’ l’ennesima riprova di una gestione scellerata dell’emergenza Covid”. Lo ha dichiarato la senatrice Urania Papatheu, parlamentare siciliana di Forza Italia.

“Azzolina – evidenzia la sen. Papatheu – ha trascorso l’estate a parlare di banchi con rotelle e ha imposto uno spreco di oltre oltre 2 miliardi di euro, illudendosi poi di nascondere i disastri con l’intimazione del silenzio ai dirigenti sui dati dei contagi.

“Un incauto ritorno alle lezioni in presenza, che poteva essere rimandato con l’avvio intanto in modalità Dad, ha riacceso la catena dei contagi Covid, mettendo a rischio bambini e insegnanti, personale scolastico e famiglie. Ora i più deboli pagano le colpe di un governo incapace e di una ministra incosciente, che hanno sbandierato il manifesto della scuola in presenza senza far niente per prevenire i disastri e il caos del primo mese e mezzo di lezioni”.

“Il governo prenda atto del suo fallimento e si confronti per trovare soluzioni ragionevoli. Il diritto all’istruzione va garantito ma o si creano condizioni adeguate per tutelare la salute o la didattica in presenza non potrà tornare ad essere un ambiente sicuro”.

© Riproduzione Riservata

Commenti