TAORMINA – Intesa raggiunta tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione Albergatori Taormina per la nuova sede temporanea del sodalizio che rappresenta l’industria dell’ospitalità taorminese. I lavori di ristrutturazione di Palazzo Corvaja, che dovranno essere avviati nei prossimi mesi dal Comune a seguito di un finanziamento ottenuto dalla Regione, impongono infatti anche agli albergatori di dover lasciare provvisoriamente l’ex palazzo del parlamento siciliano, come già avvenuto per il Servizio Turistico Regionale che ha chiuso la propria attività dal 13 ottobre scorso per la medesima motivazione.

La nuova sede degli albergatori sarà quella di Badia Vecchia, il palazzo che doveva essere a sua volta sede del museo archeologico ma che da 20 anni ormai attendeva, invano, di essere rifunzionalizzato. Una parte dell’immobile comunale, una delle due sale, potrà essere fruibile in tempi brevi e verrà così garantita in quel contesto la prosecuzione delle attività concernenti l’Associazione Albergatori, in attesa del futuro rientro nella tradizionale sede di Palazzo Corvaja.

La “fumata bianca” con l’intesa tra l’Esecutivo del sindaco Mario Bolognari e l’Associazione Albergatori, presieduta da Italo Mennella, è arrivata proprio a ridosso di questo week-end. La svolta si è concretizzata dopo che erano state valutate, in precedenza, altre ipotesi per alcuni edifici, soluzioni però parse non praticabili o comunque non idonee. A questo punto si va verso la gara d’appalto di Palazzo Corvaja, con il Comune che stringe i tempi per la procedura.

“Dopo questa fase di impasse che si è protratta per circa due mesi, l’intesa raggiunta tra l’Amministrazione e gli Albergatori – spiega il vicesindaco Enzo Scibilia – consente, a questo punto, di sbloccare in via definitiva l’iter propedeutico all’espletamento della gara d’appalto al Palazzo Corvaja. L’Associazione Albergatori avrà la propria sede temporanea nell’immobile comunale di Badia Vecchia, e Palazzo Corvaja – dove c’era già stata la chiusura degli uffici del Servizio Turistico – verrà liberata anche dall’attività dell’AAT. Già in settimana entrante faremo tutto quanto occorre per trasmettere gli atti all’Ufficio regionale Gare d’Appalto”.

L’obiettivo della Giunta è quello di poter mettere l’Urega nelle condizioni di indire la gara entro la fine dell’anno. Nei primi mesi del 2021 potrebbero poi scattare i lavori. Per la ristrutturazione di Palazzo Corvaja il Comune di Taormina ha ottenuto nel 2019 un finanziamento regionale dell’importo di Un milione 180 mila euro. Le opere mirano a porre rimedio alle infiltrazioni d’acqua dal tetto ed in concomitanza con le piogge diventa un complesso vulnerabile con i relativi disagi se nel frattempo sono in atto delle mostre ed eventi espositivi all’interno dell’edificio.

© Riproduzione Riservata

Commenti