la battaglia dei lavoratori stagionali del turismo

TAORMINA – I sindaci sono pronti a fare quadrato per unirsi alle iniziative di protesta dei lavoratori stagionali, che dovrebbero tenersi nei prossimi giorni nei vari comuni dell’hinterland di Taormina. Sulla questione la Fisascat Cisl Messina ha già incontrato il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, il sindaco di Letojanni, Alessandro Costa, il sindaco di Sant’Alessio Siculo, Giovanni Foti, che hanno espresso sostegno all’azione del sindacato a difesa dei lavoratori e vicinanza, dunque, ai tanti stagionali colpiti dalla drammatica crisi in atto e abbandonati sin qui dal governo nazionale. Pronto ad unirsi alla protesta anche il sindaco di Castelmola, Orlando Russo. E nelle prossime ore si attende l’ok del sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi.

Al momento, con il nuovo dpcm, è entrato in vigore il divieto di effettuare spostamenti tra i vari comuni, quindi si va verso una possibile protesta che dovrebbe tenersi, in date e modalità ora da calendarizzare, in ognuno dei centri abitati della zona. Si va verso una protesta pacifica e civile, ma con la volontà di far sentire in modo forte il grido di dolore dei lavoratori del primo polo turistico siciliano.

“Ho incontrato il sindacato che promuove l’iniziativa di sostenere i nostri stagionali, che sono stati esclusi da tutte le provvidenze, proprio per sensibilizzare il mondo politico e istituzionale affinché vengano incontro a questi nostri concittadini”, evidenzia il sindaco di Taormina, Bolognari.

© Riproduzione Riservata

Commenti