la suddivisione dell'Italia in tre aree nel nuovo dpcm

TAORMINA – I sindaci della Sicilia prendono posizione sul dpcm Conte e cercano di fare il punto della situazione in vista delle prossime settimane. E’ previsto in giornata un incontro con la Regione Siciliana, nella sede di Catania. A partire da oggi, com’è noto, l’isola sarà sottoposta, nei suoi vari comuni, all’entrata in vigore del nuovo dpcm e quindi soggetta ad una situazione di pesanti restrizioni con obbligo di chiusura per alcune attività e limitazioni di spostamenti per i cittadini, con il ritorno all’autocertificazione come nel lockdown dei mesi scorsi.

“In giornata andrò a Catania ad una riunione dei sindaci presso la sede della presidenza della Regione Siciliana”, ha confermato a tal proposito il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, che si è detto “perplesso” sulle decisioni assunte dal governo Conte. “Perché la Sicilia è stata considerata arancione, la Campania gialla e la Calabria rossa? Il ministro Speranza darà delle spiegazioni e vedremo cosa dirà? Siamo pronti a collaborare ma dobbiamo capire e sapere. Sinora non siamo stati informati”.

© Riproduzione Riservata

Commenti