la senatrice Urania Papatheu

ROMA – “Il nuovo dpcm del governo Conte è una “sentenza di morte” contro migliaia di operatori economici della Sicilia. Fa bene il presidente dell’Ars, Miccichè, a protestare e pretendere spiegazioni immediate dal premier sul perché si chiudono bar, pub, ristoranti e altre attività nella nostra isola mentre altre regioni hanno una situazione epidemiologica ben più grave ma vengono graziate e valutate “gialle”. Lo ha dichiarato la senatrice Urania Papatheu, parlamentare siciliana di Forza Italia.

“O siamo di fronte ad un errore grottesco o è una dichiarazione di ostilità e c’è una chiara volontà politica di punire la Sicilia e metterla in ginocchio. Era già stata una forzatura la chiusura della Sicilia nel primo lockdown, per non darci alcun vantaggio rispetto alle altre zone del Paese, ma stavolta si è oltrepassato ogni limite, è uno schiaffo insopportabile alla dignità dei siciliani”.

“Il governo si ravveda e modifichi subito questa assurda decisione. I grillini e il Pd vogliono fare scempio del destino dei siciliani ma troveranno un’opposizione senza precedenti e senza sconti per fermare la loro follia”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti