ROMA (ITALPRESS) – Sarà il voto postale a decidere il prossimo presidente degli Stati Uniti. L’esito incerto nel giorno del voto costringe a rimandare i festeggiamenti tra le file dem e repubblicane ai prossimi giorni, a quando per intenderci si completerà lo spoglio delle schede in arrivo attraverso il servizio postale. Sono 65 milioni gli elettori americani che hanno scelto questa modalità di voto, e su tali preferenze si aggrappano le speranze di Joe Biden. Tradizionalmente, e quest’anno ancora di più per via della pandemia, il voto postale è preferito dagli elettori democratici. Al momento però, dai dati certi che lentamente arrivano da ogni angolo degli States, Biden appare in vantaggio rispetto a Donald Trump. Un vantaggio risicato e che non offre però alcuna certezza. Il presidente uscente intanto conquista gli stati del sud: Texas, Louisiana, Oklaoma, Florida, Arkansas, Alabama. Biden invece vince negli stati della costa del Pacifico come California ed Oregon e dell’est come Virginia, New York, Connecticut. E probabilmente spinto dal voto ispanico e afroamericano si tinge di blu pure il New Messico. Ma sono gli stati in bilico che potrebbero aiutare a dare un quadro ancora più chiaro: Pennsylvania, Wisconsin, Arizona. (ITALPRESS)

© Riproduzione Riservata

Commenti