TAORMINA – E’ stata una mattinata decisamente movimentata per le famiglie dei bambini delle scuole elementari di Trappitello, giunte stamattina davanti al plesso di Via Francavilla per i tamponi previsti dall’Asp Messina a seguito del recente caso di contagio al Covid di una insegnante.

I genitori dei piccoli studenti sono giunti di buon mattino davanti dell’Istituto Comprensivo, ma hanno dovuto attendere a lungo l’arrivo delle autorità sanitarie per alcuni ritardi, a quanto pare dovuti anche al maltempo. A presidiare i locali scolastici c’erano le Forze dell’Ordine.

La situazione di attesa e confusione ha suscitato le proteste di alcuni genitori. “Siamo arrivati qui di mattina presto, abbiamo dovuto attendere e solo in un secondo momento ci è stato comunicato che i medici avrebbero iniziato non prima delle 10.30, per altro con le informazioni che ci venivano date da una maestra e non dalle autorità. Ci è stato detto che alcune famiglie sarebbero dovute tornare a casa perché non era possibile fare il tampone a tutti entro stamattina. E come se non bastasse la preoccupazione per i nostri figli, occorre anche evidenziare il fatto che si sono trovati nello stesso luogo e nel medesimo momento tante persone, con tutti i rischi del caso legati al problema degli assembramenti e dell’assenza di distanziamento. In una situazione del genere ci saremmo aspettati maggiore considerazione per le famiglie e per i bambini e un’organizzazione più attenta di queste procedure”. 

Alla fine sono stati eseguiti i tamponi sui bambini di due classi, per fortuna risultati negativi.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti