ROMA – “La guerriglia di queste ore nelle piazze italiane contro il Dpcm, a Torino e Milano, come prima ancora a Napoli, è il segnale di un Paese sull’orlo di una rivolta sociale. Il governo Conte faccia un passo indietro sulle chiusure e restrizioni inflitte alle attività economiche o si rischia il caos”. Il monito arriva dalla parlamentare di Forza Italia, Urania Papatheu.

“La violenza va condannata e gli assalti ai negozi e le molotov contro le Forze dell’Ordine sono atti inaccettabili che non devono più ripetersi. Ma i provvedimenti del governo non solo non hanno contrastato in modo incisivo il Covid e hanno, invece, alzato la tensione, colpendo intere categorie economiche di imprenditori, commercianti, lavoratori e famiglie che per l’imposizione di chiusure e limitazioni stanno perdendo i sacrifici di un’intera vita, andando incontro al fallimento e la fame. E in questa situazione drammatica, alla rabbia della gente perbene si affiancano pericolose infiltrazioni di frange estreme e movimenti facinorosi.

“Il governo riveda subito le sue posizioni, riveda le decisioni dell’ultimo dpcm e altre precedenti misure, si confronti con le opposizioni ma soprattutto dia un segnale distensivo alle forze economiche, e dialoghi con le forze produttive e le associazioni di categorie o in un Paese già provato dal lockdown stavolta si rischierà il caos totale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti