MESSINA – “Da stanotte sto lavorando alla definizione del nostro DPCM per attuare le direttive del Presidente del Consiglio dei Ministri Conte cercando di contemperare l’andamento crescente della situazione epidemiologica con le nostre sacrosante libertà ivi incluse quelle di poter continuare a fare impresa convivendo con il COVID.La situazione sta sfuggendo di mano nella gran parte delle regioni italiane e l’incessante impennata dei contagi lo testimonia”. Lo afferma il sindaco della Città Metropolitana di Messina, Cateno De Luca.

“La Provincia di Messina, attualmente, ha circa cinquanta posti letto in terapia intensiva destinati ai contagiati di COVID e ciò mi spinge ad attivare delle stringenti misure di prevenzione che incideranno momentaneamente su alcune nostre abitudini e stili di vita”.

“Non fate l’errore di giudicare le misure che stiamo definendo utilizzando gli attuali dati epidemiologici di Messina perché fareste un grave errore di valutazione e non possiamo permettercelo perché la nostra rete sanitaria non sarebbe nelle condizioni di reggere neanche il 10% delle tragicità attualmente presenti in alcune regioni. Supereremo anche questa seconda e ultima ondata di Covid ma dobbiamo essere bravi come già lo siamo stati tra i mesi di marzo e maggio scorso”.

© Riproduzione Riservata

Commenti