ROMA (ITALPRESS) – “In un mondo come l’attuale con livelli di tassi a zero se non addirittura negativi, la scelta migliore è andare verso un’asset allocation più diversificata e con una componente di rischio o di volatilità implicita più elevata. I risparmiatori italiani tendenzialmente temono la volatilità e spesso la confondono con il rischio. Noi asset manager sappiamo gestire il rischio, offrendo soluzioni di prodotto che sono rispondenti alle diverse propensioni dei risparmiatori. Ma credo sia fondamentale la creazione di un patto tra noi che facciamo produzione, il mondo della distribuzione e il regolatore che crea le condizioni, per trasformare il risparmiatore italiano in un investitore consapevole”. Lo ha detto Saverio Perissinotto, Amministratore Delegato di Eurizon, partecipando nell’ambito dell’iniziativa “R-Evolution” di Assogestioni, alla conferenza “Il fattore ‘R’ a sostegno del mondo post-Covid”.
“C’è un problema di educazione finanziaria, è fondamentale capire che rischio e volatilità sono differenti – ha aggiunto Perissinotto -. L’industria dell’asset management ha un grande vantaggio competitivo perchè ha tutti gli strumenti per fare educazione finanziaria e chiarire ai clienti che, per quanto non si possa eliminare la volatilità implicita nelle dinamiche dei mercati finanziari, si può agire sul rischio dell’investimento complessivo”.
E ancora: “E’ importante sposare logiche di pianificazione finanziaria ed essere consistenti con un’asset allocation di medio-lungo periodo a cui l’industria dell’asset management può dare delle buone soluzioni di prodotto ma è necessario che siano ben recepite dalla parte distributiva. Allo stesso tempo anche interventi fiscali che favoriscono un allungamento dell’orizzonte d’investimento sono estremamente benvenuti”.
“I fondi europei sono riferibili a tre filoni, il Recovery fund, il fondo per attenuare i rischi della disoccupazione chiamato SURE e il famoso MES. Queste iniziative apporteranno una quantità di denaro che, se indirizzata correttamente a supporto dell’economia reale – ha sottolineato ancora l’amministratore delegato di Eurizon -, può avere dei riscontri positivi anche sui mercati perchè le Borse salgono se c’è crescita economica. Quindi sono ottimista verso questi progetti ma è fondamentale che siano in grado di creare un volano per l’economia reale che sia assolutamente rilevante”. ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti