ROMA – “Mentre il governo Conte latita, tergiversa e lascia i 18 marittimi italiani nelle mani del generale Haftar, la Regione Sicilia dimostra cuore e sensibilità per le famiglie di questi nostri connazionali. Encomiabile appare la decisione dell’Ars, presieduta dall’on. Miccichè, di assegnare un contributo di 2 mila euro a ogni famiglia dei pescatori sequestrati in Libia il 1 settembre scorso”. Lo afferma la senatrice Urania Papatheu, parlamentare siciliana di Forza Italia sulla questione irrisolta dei 18 marittimi tenuti in ostaggio in Libia.
“Il ministro Di Maio prenda esempio, smetta di fare proclami e nascondersi dietro giustificazioni puerili e, almeno per una volta, si sforzi di essere degno del ruolo che ricopre. Il tempo delle parole è finito, adesso vogliamo i fatti. Di Maio riporti subito in Italia questi 18 uomini e intanto organizzi un volo di Stato per accertare che stanno bene e così rassicurare le famiglie che attendono di riabbracciare i loro cari”.

© Riproduzione Riservata

Commenti