DANZICA (POLONIA) (ITALPRESS) – Zero a zero a Danzica per gli azzurri di Roberto Mancini, che hanno sfidato la Polonia nella gara valida per la terza giornata del gruppo 1 del girone A della Nations League. Il ct azzurro opta per un 4-3-3 con un tridente composto da Chiesa, Belotti e Pellegrini, dall’altra parte Brzeczek sceglie il 4-2-3-1, col solo Lewandowski in avanti supportato da Szymanski, Klich e Jozwiak. Campo in condizioni non ottimali; sugli spalti anche una buona cornice di pubblico, nel rispetto delle norme anti-covid, che hanno fatto leggermente riassaporare la classica atmosfera partita. Inizio gara subito piacevole con entrambe le squadra che creano occasioni: prima gli azzurri con Chiesa, poi i biancorossi con Lewandowski, con quest’ultimo fermato provvidenzialmente da Emerson. Al 29′ altro squillo degli azzurri: cross basso dalla destra di Chiesa, Walukiewicz respinge male, il neo juventuno ci prova col sinistro con la palla si spegna di poco alta. La risposta della squadra di Brzeczek arriva due minuti dopo con un cross dalla destra di Kedziora, Jozwiak stacca di testa ma Donnarumma è attento e blocca in due tempi.

La prima emozione della ripresa è per la Polonia al minuto 53 su un tiro-cross dalla destra di Molder,che stava per sorprendere Donnarumma, abile però con un guizzo a deviare in angolo. Undici minuti dopo la più ghiotta occasione per l’Italia con Emerson, che pescato al limite dell’area piccola da un preciso cross di Chiesa, non riesce ad inquadrare lo specchio della porta difesa da Fabianski. Girandola di cambi negli ultimi venti minuti e poche emozioni da una parte e dall’altra. A 120 secondi dal termine della gara brivido Polonia con Linetty che calcia da pochi passi, ma con un intervento miracoloso Acerbi mette in angolo in scivolata. Con questo pareggio gli azzurri si portano in vetta al loro raggruppamento con 5 punti, seguiti dall’Olanda e dalla Polonia a quota 4. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti