ROMA (ITALPRESS) – “Nelle prossime ore si valuterà il contenuto del nuovo Dpcm. Per me bisogna avere la forza di prendere in carico questa fase nuova immediatamente. Il tempismo potrebbe evitarci misure più drastiche”. A dirlo il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante la manifestazione organizzata dalla Cgil “Sanità: pubblica e per tutti” a Roma.
“Ci hanno detto che il mercato poteva risolvere tutto con la sua mano invisibile. Invece il virus ha dimostrato che non è così. Serve invece più Stato, sussidiarietà e beni pubblici salvaguardati per il bene dei cittadini”, ha poi detto Speranza, secondo cui “il modello del mercato produce l’illusione del risparmio. Non mettendo oggi i soldi nella sanità, quanti ne spenderà tra 5 e 7 anni in pensioni di invalidità?”.
Per il ministro “il diritto alla salute non deve più dipendere dalle tabelle excel del bilancio. Dobbiamo rompere il modello di programmazione della spesa sanitaria fatto di silos chiusi e tetti di spesa ma puntare ad una cura adeguata per tutti dalla nascita alla morte”. “Negli ospedali abbiamo uomini e donne che fanno dal mattino alla sera il loro dovere: li chiamiamo eroi ma non abbiamo i fondi per valorizzarli e aumentarli. Questa è una pazzia: i soldi alla salute non sono semplice spesa pubblica ma – ha concluso – un investimento sulla qualità della vita delle persone”. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti