l'ex assessore Antonio Lo Monaco

TAORMINA – Non si placa lo scontro sulle isole ecologiche di Taormina al momento non operative e sulle relative opportunità di finanziamento perse dal Comune. Sulla questione è botta e risposta tra l’ex assessore Antonio Lo Monaco e l’attuale assessore all’Ecologia, Enzo Scibilia, con il primo che ha contestato alla Giunta Bolognari “l’occasione persa su un bando regionale” e il secondo che replicato rivendicando “l’impossibilità di partecipare a dei bandi su aree di cui il comune non ha la proprietà”. Sulla questione Lo Monaco non molla e riaccende la contesa.

Lo Monaco richiama, nello specifico, “un avviso pubblico regionale per agevolazioni in favore dei comuni siciliani per la realizzazione e/o ampliamento/potenziamento/adeguamento di Centri Comunali di Raccolta. La copertura finanziaria complessiva per i comuni interessati al bando era di 21.472.213,55 euro”.

“L’assessore – spiega Lo Monaco – afferma che l’area di contrada Sant’Antonio è di proprietà del Consorzio Autostrade e che non si potevano assumere delle iniziative a casa di altri. E vero che proprietario dell’area è il  Consorzio Autostrade, ma  il Comune di Taormina avendo la disponibilità ininterrottamente dal 1999 ad oggi possedeva i requisiti previsti del bando. L’assessore doveva solo leggere il bando nel quale si specificava che “i soggetti devono essere in grado di garantire la disponibilità delle aree.  Gli impianti devono essere realizzati su aree:  di proprietà del beneficiario, ovvero, aree che siano nella disponibilità del beneficiario o in virtù di un titolo che ne legittimi la detenzione (ad esempio comodato, locazione, affitto) o il possesso (es. usufrutto, uso, superficie) per tutta la vita utile dell’intervento e di libero accesso al pubblico””.

“Vista la situazione dei centri di raccolta di Taormina oggi inaccessibili al pubblico, qualcuno dell’Amministrazione dovrebbe dare una risposta e una data futura per rendere fruibile i centri di raccolta – aggiunge Lo Monaco -. Adesso, con apposita determina dirigenziale, è stato definitivamente aggiudicato il servizio alla Tekra, all’interno dell’A.R.O. di Taormina per i prossimi 7 anni. Per questo sono orgoglioso che il lavoro e il sacrificio ha dato i suoi frutti arricchendo la città di uno strumento di vitale importanza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti