MILANO (ITALPRESS) – Il 17 ottobre ripartirà con uno slalom gigante la Coppa del Mondo di Sci a Soelden, in Austria. Un appuntamento al quale la nazionale italiana di sci si presenta in fiducia, nonostante il lungo lockdown dovuto al Coronavirus. “Noi abbiamo lavorato bene allenandoci solo sui nostri ghiacciai, ma tutto è stato fatto nel migliore dei modi, anche dal punto di vista della sicurezza e della salute dei nostri ragazzi – ha spiegato il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Flavio Roda -. Il primo giugno siamo ripartiti dallo Stelvio. Non è stato semplice però insieme alla commissione medica abbiamo fatto un grande lavoro. Chi andrà a Soelden avrà tutte le carte in tavola per fare bene”. Roda, in occasione del Media Day con la celebrazione per i 100 anni della Federazione Italiana Sport Invernali, ha spiegato che la Fisi sta preparando un protocollo adeguato anche per l’attività di base e ha inviato un certo numero di mascherine ai club. “Sono stati mesi difficili – ha commentato Roda -. Siamo stati costretti ad interrompere l’attività il 23 febbraio e abbiamo seguito scrupolosamente i protocolli che ci hanno consentito di riprendere gli allenamenti l’1 giugno. Grazie agli atleti e a tutte le squadre che si sono attenute alle direttive”.

“Stiamo preparando un protocollo sanitario insieme alla Commissione Medica Fisi che ci consentirà di gareggiare e allenarci in sicurezza, abbiamo qualche settimana ancora per capire come evolverà la situazione, ma abbiamo posto le basi affinchè tutte le nostre squadre possano allenarsi – chiosa – Con il nostro partner Techdow è cominciata una sensibilizzazione per l’utilizzo delle mascherine, vogliamo essere fiduciosi per la ripresa, con molta attenzione”. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti