ROMA (ITALPRESS) – Passato il periodo di lockdown gli italiani si sono ritrovati a dover affrontare una nuova quotidianità. Un pò alla volta si è cercato di ritornare a una sorta di normalità fatta di precauzioni e limitazioni. I messaggi provenienti da Governo e stampa sono stati tanti, dalle raccomandazioni per limitare la diffusione del virus, alle promesse e ai decreti per far ripartire l’economia, le attività, le scuole il Paese intero.

Al riscontro con la realtà, però, gli italiani hanno percepito una situazione diversa da quella che quotidianamente viene raccontata. Sono oltre il 60%, infatti, i cittadini che ritengono le parole del Governo e dei media lontane e distanti dalla realtà vissuta quotidianamente. Una percezione trasversale sia a livello politico – a esclusione degli elettori del Partito democratico – sia a livello territoriale. E’ quanto risulta da un sondaggio di Euromedia Research. In particolare gli intervistati alla domanda “Secondo Lei, la realtà che viviamo tutti i giorni rispetto a quella che ci illustra il Governo ogni giorno…” hanno risposto, nel 69% dei casi, “molto lontana e distante”, e nel 16,7% dei casi “molto vicina e reale”.
Il 60,3% degli intervistati ritiene invece “molto lontana e distante” la realtà raccontata dai media.

Un sentimento che investe tutta l’Italia, anche se, di poco, più flebile al Sud, dove si registra una quota leggermente più alta di cittadini che hanno trovato un riscontro concreto nella realtà dei fatti.  Dati Euromedia Research. Realizzato il 29.09.2020 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 1000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti