Esponente di
Esponente di "Democrazia e Libertà", Nino Raneri

TAORMINA – “L’assunzione degli 11 nuovi vigili urbani ma anche la stabilizzazione di 24 Lsu del Comune devono essere una priorità amministrativa di questa fase, in vista del 2021. Ora tutto dipende dalla solerzia che avranno l’Amministrazione comunale e il Consiglio comunale nel definire le procedure”. Il monito arriva dal rappresentante Rsu dei vigili urbani e dei lavoratori di Palazzo dei Giurati, Nino Raneri, che così torna a sollecitare il Comune ad una svolta sul necessario potenziamento dell’organico del Corpo di Polizia locale ma anche sulla situazione di altri settori della casa municipale.

“L’avvenuta approvazione del rendiconto 2018 è un passo in avanti ma non ancora determinante per sbloccare la questione – afferma Raneri -. Ora bisognerà approvare anche il bilancio 2019 e poi anche il previsionale 2020 e ci auguriamo che i tempi non siano lunghi come lo sono stati per quello 2018. Un segnale incoraggiante è la volontà di chiedere la deroga al Ministero dell’Interno, come da noi auspicato più volte, per le assunzioni degli 11 istruttori di vigilanza, perché è chiaro che cosi non si può più andare avanti, il Corpo di Polizia locale è allo stremo e c’è l’urgenza di avere altre unità a disposizione”.

“Bisogna dare seguito e tradurre in atti concreti e risolutivi l’esito della riunione che a febbraio ha previsto un piano del fabbisogno per il quale c’era e c’è un tesoretto da Un milione e 300 mila euro. Siamo consapevoli delle difficoltà ma è importante stringere i tempi e che vada avanti quell’iter così come quello per la stabilizzazione di 24 Lsu del comune. Oltre alla carenza di vigili, essendo uno degli Rsu dei lavoratori del Comune non posso non sollecitare altre criticità. Non ci sono più cantonieri, due soli non bastano e si tratta di una figura essenziale per caratteristiche e per le esigenze quotidiane dell’ente. Stesso discorso vale per i giardinieri e per il custode della villa comunale e del cimitero. Questa è la richiesta del sottoscritto, del collega Alfredo Pagano e di tutti gli Rsu del Comune, che abbiamo avanzato dopo la riunione di inizio anno e che ribadiamo ancora oggi. Sappiamo che c’è stata una crisi senza precedenti e le difficoltà che ne stanno ancora ora conseguendo, ma le risorse in bilancio per questo piano ci sono ancora. Venivano previste 5-6 assunzioni di vigili entro il 2020, e speriamo che adesso ciò avvenga nel 2021. Ma siamo preoccupati anche per gli Asu che da anni attendono una soluzione alla loro precarietà. E non dimentichiamo le progressioni verticali, con altri lavoratori che attendono una svolta ormai da tempo. Si tratta di esigenze prioritarie per il futuro dei lavoratori e per l’ente e per i servizi da dare alla città”.

© Riproduzione Riservata

Commenti