la sen. Urania Papatheu

ROMA – “Il Ministero dell’Istruzione che un tempo era orgoglio e vanto per l’Italia, è diventato ormai il simbolo di un Paese che va a rotoli sotto i colpi del dilettantismo del governo Conte.  La sospensione della graduatoria del concorso per le scuole di specializzazione in medicina è un affronto a 23mila giovani medici che si erano collegati al sito del Miur per conoscere la loro posizione”. Lo afferma la senatrice Urania Papatheu (Forza Italia).

“Il comunicato del Miur che rinvia la pubblicazione dei risultati a seguito di ricorsi, è un fatto anomalo visto che i ricorsi ci sono sempre stati anche in passato ma non per questo era mai stata sospesa la graduatoria. Il Miur faccia chiarezza su questa vicenda e sblocchi la graduatoria”.

“La trasparenza non è un optional e non consentiremo a nessuno di giocare col futuro di quei 23 mila giovani. In un Paese che deve essere grato al sacrificio dei medici, non si possono lasciare nel limbo giovani medici che ora più che mai possono dare un grande apporto all’Italia nella lotta al Covid”.

© Riproduzione Riservata

Commenti