VENEZIA – Il Mose supera il primo test contro l’acqua alta. Sono emerse, infatti, dall’acqua le barriere del Mose, che si è alzato per la prima volta a proteggere la città di Venezia dall’alta marea. L’inizio del sollevamento delle paratoie mobili – come riportato da TgCom24 – è iniziato alle 8:35 di sabato e si è completato alle 9:52. L’operazione si è svolta mentre su Venezia pioveva a dirotto, con un forte vento di scirocco. A momento del picco di marea, piazza San Marco è rimasta all’asciutto, a parte una piccolissima pozzanghera.

Dunque il Mose ha funzionato, proteggendo Venezia dall’acqua alta. La conferma è arrivata dalla marea, che era prevista a 130 centimetri alle 12 e invece non è andata oltre i 70 centimetri in laguna.

“Il test è andato bene”, ha confermato il provveditore alle opere pubbliche Cinzia Zincone. “Si apprezza una consistente differenza – ha spiegato – di altezza dell’acqua tra la parte difesa dal Mose e quella che non lo è. Un test giudicato positivamente, non filtra acqua”. Soddisfatto il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. “Un brindisi al funzionamento del Mose, qui tutto asciutto! Orgoglio e gioia”, ha twittato il primo cittadino.

© Riproduzione Riservata

Commenti