Gli elettrodomestici sono tra le invenzioni più utili in virtù delle loro numerose funzionalità. Nel ventaglio di questi dispositivi che popolano la nostra vita quotidiana, la lavatrice ci sgrava di un lavoro che nel passato richiedeva tempo, fatica e molta energia. La prima lavatrice apparve negli Stati Uniti a inizio del XX secolo. A partire da allora, questo elettrodomestico, che dapprima rappresentava un bene destinato a pochi, si è pian piano diffuso all’interno delle nostre abitazioni, fino a divenire uno strumento posseduto pressoché da chiunque, almeno nei paesi industrializzati.

Considerato l’enorme aiuto che la lavatrice offre a ognuno di noi, risulta opportuno fare delle considerazioni prima di procedere con l’acquisto di questa tipologia di apparecchio. Nei prossimi paragrafi, vedremo allora come scegliere la lavatrice nel modo corretto, analizzando le caratteristiche principali dei modelli disponibili in vendita.

Scegliere la lavatrice: i parametri da valutare. Sono principalmente tre i parametri da tenere in considerazione quando si sceglie una lavatrice: la dimensione; il numero di giri della centrifuga; la capienza.

Per prima cosa, occorre quindi valutare lo spazio in cui andrà inserito l’elettrodomestico all’interno della casa, facendo nel contempo attenzione al modello. In commercio, accanto a dei modelli “slim”, di dimensione molto ridotta, esistono lavatrici a carica dall’alto e lavatrici a carica frontale.

Le prime sono dotate di uno sportello superiore attraverso il quale è possibile caricare il bucato da lavare. Generalmente le lavatrici con il carico dall’alto sono tra le più richieste da parte di chi ha a propria disposizione poco spazio. L’unico inconveniente è che questi apparecchi hanno una capacità più limitata.

Le lavatrici a carica frontale, di contro, assicurano solitamente una maggiore capacità di carico, che si aggira dagli 8 chilogrammi in su. Si tratta tuttavia di macchine decisamente più ingombranti.

Velocità della centrifuga. L’altro parametro da tenere presente quando si deve scegliere una lavatrice è il numero di giri al minuto della centrifuga. La cifra varia dagli 800 fino ai 1.600 giri al minuto, per i modelli più costosi. Una buona scelta è quella di puntare su lavatrici che assicurino sui 1.000-1.200 giri al minuto, una giusta via di mezzo dalle adeguate prestazioni.

Capacità di carico. L’ulteriore aspetto di una certa rilevanza che concerne le lavatrici è la capacità di carico. La portata del cestello influisce infatti sulla quantità di indumenti che è possibile lavare con un unico ciclo. Ne consegue che la scelta deve essere ponderata in base al numero di persone presenti in casa. Una famiglia composta da quattro o più persone dovrà ovviamente preferire macchine con una capacità maggiore rispetto a una coppia o a chi vive da solo.

In vendita si possono reperire lavatrici con cestelli in grado di contenere dai cinque ai dodici chilogrammi.

Classe energetica della lavatrice. Un’altra caratteristica su cui vale la pena soffermarsi nel momento in cui si sceglie una lavatrice è la classe energetica. Optare per elettrodomestici che permettano di risparmiare energia è un’ottima decisione che favorisce tanto l’ambiente quanto l’economia familiare, aiutando a tagliare i costi delle bollette.

È opportuno rimarcare che il consumo energetico nelle lavatrici è strettamente correlato alla temperatura selezionata in fase di lavaggio. Se si vuole risparmiare, il suggerimento è di prediligere programmi con una temperatura non superiore ai 40 gradi.

Lavatrici smart. Vale infine la pena ricordare che da alcuni anni si possono acquistare innovative lavatrici smart, capaci di collegarsi alla rete Wi-Fi domestica. Si tratta di apparecchi gestibili anche da remoto mediante apposite App, installabili su smartphone e tablet.

Le lavatrici smart rendono possibili svariate funzioni extra rispetto alle classiche lavatrici. Tra queste, si possono citare ad esempio la possibilità di dosare automaticamente il detersivo e l’ammorbidente o l’opportunità di tenere costantemente sotto controllo i consumi energetici, così da ottimizzarli.

Alcuni modelli di lavatrici sono compatibili con i principi assistenti vocali, come Google Assistant e Alexa. Anche l’uso di questi elettrodomestici diviene quindi sempre più fruibile e al passo con i più recenti sviluppi della tecnologia. Resta a questo punto da scoprire come evolveranno le lavatrici in futuro. (ITALPRESS)

© Riproduzione Riservata

Commenti