il consigliere di opposizione Salvo Cilona

TAORMINA – “Alla fine è prevalso il buon senso ed è giusta la scelta del rinvio della discussione sul regolamento Tari con il ritiro, intanto, della proposta di delibera. Occorrono ulteriori approfondimenti e, tra l’altro, è necessario anche il parere del nuovo collegio dei revisori dei conti. L’abbattimento per le utenze non domestiche soltanto del 25% era troppo basso e c’è bisogno di ben altro sforzo, su un tema che interessa tutta la città”. Così il consigliere di opposizione, Salvo Cilona ha commentato la decisione della maggioranza di ritirare la proposta di delibera sul regolamento Tari a Taormina.

“L’Amministrazione si dovrà fare carico di chiedere alla Regione e allo Stato i fondi necessari per coprire l’intero importo e compensare quanto non potrà essere versato dagli operatori economici colpiti dalla crisi. Tra l’altro, prendiamo anche atto del fatto che l’assessore al Bilancio si è ripromesso di convocare le associazioni e trovare un punto di incontro sull’argomento”. La quota variabile è connessa alla quantità dei rifiuti prodotti, la quota fissa concerne i metri quadrati”.

© Riproduzione Riservata

Commenti