TAORMINA – Nel momento di una crisi senza precedenti, il presidente dell’Enit Giorgio Palmucci, crede nella possibilità di rilancio del turismo in Italia in vista del 2021 e si dice fiduciosi sulla prospettiva del superamento della grande emergenza per le località turistiche italiane che soffrono le contingenze internazionali del momento, in un contesto che ovviamente interessa da vicino anche Taormina, capitale del turismo siciliano.

“Le difficoltà dell’Italia – ha detto Palmucci – sono quelle di ogni Paese al mondo in questo momento. E’ stato arrecato a mio avviso un danno all’immagine della Penisola con un titolo sensazionalistico che non risponde alla complessa situazione fotografata dai dati ufficiali sul settore registrati dal monitoraggio Enit. Come si fa ad affermare che i turisti scappano dall’Italia se solo ora stanno ripartendo i voli internazionali? Come ho detto sono mancati gran parte dei turisti stranieri ma non si è per nulla ridotta l’aspirazione nel mondo di visitare Italia quale destinazione più sognata. Quindi i turisti stranieri non scappano ma non sono potuti venire quest’estate nel nostro meraviglioso Paese”.

Palmucci, che da anni lavora nel settore, si rende conto dei grandi problemi e dei gravi sacrifici di tutti gli operatori: “Fanno la propria parte e capiamo la loro esigenza di ottenere più risorse possibili per la ripartenza. Enit fa la propria parte ossia di ente di promozione che mette in luce anche gli aspetti positivi che danno ossigeno al settore”

© Riproduzione Riservata

Commenti