TAORMINA – Via libera della Giunta di Taormina al progetto di ristrutturazione e manutenzione straordinaria dell’ala ovest della scuola elementare Vittorino da Feltre di Taormina. Si tratta di un progetto che, in base all’apposita delibera ora esitata dall’esecutivo, prevede interventi per un costo complessivo di Un milione e 770 mila euro. Scatta così ufficialmente la “caccia” ad un secondo finanziamento per il plesso chiuso dal 2004, dove sono già in corso al momento nella parte sud del complesso altri lavori finanziati nel 2018 dalla Regione Siciliana con Un milione e 700 mila euro.

Il progetto ora deliberato riguarda la ristrutturazione di un’altra parte del plesso con relative attività anche di adeguamento alla sicurezza delle strutture e degli impianti e l’eliminazione delle barriere architettoniche. Su questo progetto di fattibilità tecnica ed economica per l’ala ovest ora si cercherà di attingere alle risorse comunitarie disponibili attraverso i relativi bandi regionali.

I lavori invece già in corso, e di fatto scattati dopo il lockdown, proseguiranno per almeno un anno e mezzo, al termine dei quali potrebbe rendersi possibile il ritorno in questo immobile dei bambini delle elementari, che da ormai 16 anni si trovano trasferiti presso la vicina scuola media Ugo Foscolo. L’unica ala della Vittorino da Feltre che in questi anni è rimasta aperta è quella della scuola materna.

Proprio la scuola dell’infanzia ha riaperto le sue porte ai bambini la scorsa settimana e sin qui non manca anche qualche difficoltà logistica per via della concomitante presenza del cantiere aperto che riguarda nello stesso complesso la ristrutturazione in atto delle scuole elementari. Non a caso si era anche ipotizzato, a più riprese, nei mesi scorsi uno spostamento dei bambini in un altro sito provvisorio ma questa soluzione non è poi decollata e si è ritenuta fattibile la coesistenza tra l’attività della scuola dell’infanzia e i lavori alle elementari, che dovrebbero ora avviarsi verso Si cerca, insomma, di far di necessità virtù, in un momento tra l’altro non semplice e nel quale si sta cercando di garantire il rispetto delle norme di contrasto all’emergenza sanitaria ed in particolare il distanziamento a tutela dei bambini.

© Riproduzione Riservata

Commenti