il sindaco di Castelmola, Orlando Russo

CASTELMOLA – “Qualche aiuto è arrivato ma ora serve lo sforzo decisivo. Non chiediamo la luna, rivendichiamo somme che possa consentirci di sopravvivere”. Lo ha dichiarato il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che cosi lancia un appello al governo Conte. “Arriveranno nel 2021 i fondi del Recovery fund ma l’emergenza è adesso. Siamo tutti sulla stessa barca ma nei piccoli comuni le difficoltà si amplificano. I borghi come il nostro necessitano di risorse vitali per potercela fare a resistere a questa crisi”, evidenzia Russo.

A Castelmola, stando alle attuali stime, a fine anno potrebbe venire a mancare poco meno di Un milione di euro nelle casse dell’ente locale. Si ipotizza, nello specifico, un “buco” da 600-700 mila euro. Si prospetta un calo significativo delle entrate pari al 50% per i parcheggi, e del 60% sulla tassa di soggiorno. Una sofferenza, evidentemente, riconducibile alla netta riduzione dei flussi turistici che si e’ registrata in questa stagione. E, per forza di cose, mancheranno entrate importanti per l’ente dai tributi.

“Li dove possibile li abbiamo bloccati e abbiamo sospeso o rinviato le scadenze, compatibilmente con le vigenti normative – spiega Russo -. Non e’ pensabile che si possano vessare i cittadini e chiedere a loro di pagare il conto della crisi. Verrà a mancare la metà del gettito annuale per l’ente ma la gente, d’altronde, ha difficoltà economiche, non ce la fa a sostenere i costi e le varie spese”. La speranza, anche qui, ora e’ quella di un 2021 che possa davvero essere un anno di rilancio per il territorio.

© Riproduzione Riservata

Commenti