la sen. Urania Papatheu

ROMA – “La presenza del ministro Di Maio agli Esteri è ormai motivo di danno e imbarazzo per l’Italia”. Lo afferma la senatrice Urania Papatheu, parlamentare siciliana di Forza Italia).

“Da 27 giorni – afferma la sen. Papatheu – 18 marinai siciliani sono in mano alle autorità libiche e nulla è stato fatto per riportarli a casa. Fanno bene a protestare i familiari di questi nostri connazionali. E adesso lo stesso ministro che ad agosto ha stanziato per la Tunisia 11 milioni per un rafforzamento del controllo delle frontiere, che nei fatti non c’è stato, dichiara che “i tunisini non hanno alcun diritto di venire in Italia perché non fuggono da guerre e persecuzioni”. E’ in confusione, dice e fa tutto il contrario di tutto, ma non fa nulla di utile al Paese. Il presidente Conte prenda atto che il suo alleato può fare lo speaker politico di Grillo ma non è all’altezza di un compito istituzionale di governo. Un grande Paese come l’Italia sta vanificando importanti relazioni e perdendo credibilità agli occhi di altri Stati”.

“Alla Farnesina non può rimanere un ministro privo dell’autorevolezza che occorre nei rapporti con la comunità internazionale. Conte ne tragga le conclusioni e revochi la delega”.

© Riproduzione Riservata

Commenti