Polizia locale di Taormina

TAORMINA – Il Comune di Taormina stringe i tempi per l’assunzione dei nuovi vigili urbani in vista del 2021. L’assessore alla Viabilità, Graziella Longo, ha reso noto che è stata depositata agli atti di Palazzo dei Giurati una proposta per ampliare l’organico a disposizione della Polizia locale, ormai è ridotto da tempo ai minimi storici con soli 7 agenti a disposizione. La proposta concerne l’assunzione di 11 nuovi istruttori di vigilanza e a tal riguardo verrà formalizzata richiesta al Ministero dell’Interno per l’apposita deroga, poichè Taormina al momento è ancora in fase di piano di riequilibrio finanziario e per l’ente non ci sarebbe possibilità di effettuare nuove assunzioni in alcun ambito.

“Dobbiamo fare i conti con la crisi e con le limitate risorse di cui disponiamo, che non sono solo quelle economiche ma anche e soprattutto quelle umane – ha detto Longo -. E nel riassetto della gestione della viabilità non possiamo non tenere conto di questo. C’è da riflettere su come sia stato possibile che il Comune non abbia posto rimedio negli anni alla criticità della carenza del personale dei vigili urbani. L’ultima proposta risale al 2016 con un piano del fabbisogno del personale che prevedeva soltanto l’aggiunta di 2 vigili urbani, e quella delibera è rimasta lettera morta e non sono stati posti in essere gli atti conseguenziali, nonostante il Comune avesse anche avuto la deroga del Ministero dell’Interno. Un inizio di proposta di un piano del fabbisogno, ad onor del vero, era stato fatto dall’ex segretario generale Rossana Carrubba. Oggi è agli atti una nuova proposta che ho predisposto e depositato, e che se dovesse ottenere l’ok alla deroga da parte del Ministero dell’Interno ci porterà ad avere ben 11 unità”. Longo ha chiesto, tra l’altro, al Comandante Agostino Pappalardo di redigere un piano economico finanziario per il riordino della viabilità.

Tra l’altro, il “tesoretto” per le assunzioni c’è ancora e la capacità assunzionale dell’ente ammonterebbe ancora adesso a circa Un milione di euro. Questo “tesoretto”, già prima del lockdown, era stato ripartito nel biennio 2020-2021, con 25 stabilizzazioni dei lavoratori socialmente utili già in servizio presso l’ente e poi 14 concorsi esterni, di cui 11 per Istruttori di vigilanza al servizio della Polizia locale. Prima però bisognerà sistemare la situazione dei bilanci, a partire dall’approvazione del rendiconto 2018, che verrà discusso il 28 settembre in Consiglio comunale, ed in seguito arriveranno in aula anche il bilancio 2019 e infine quello di previsione 2020.

© Riproduzione Riservata

Commenti