NAPOLI (ITALPRESS) – La Polizia ha eseguito a Napoli un’ordinanza cautelare, nei confronti di 14 persone, accusate di traffico internazionale e spaccio di sostanze stupefacenti. Con lo stesso provvedimento cautelare è stato, inoltre, disposto il sequestro di beni immobili, auto, moto, conti correnti e quote societarie.

Le indagini sono state avviate dall’incendio sviluppatosi il 14 giugno 2018, all’interno di un bar a Napoli, gestito da una delle società riconducibili agli indagati. Gli elementi raccolti hanno consentito di individuare un consolidato traffico di cocaina, importata dai Paesi Bassi, riferibile alla famiglia Bonavolta, parte del cartello camorristico Mazzarella.

Il quadro indiziario è costituito dalle intercettazioni e dai riscontri, arresti e sequestri di sostanza stupefacente e di somme di denaro. In particolare l’arresto di uno dei corrieri, avvenuto l’11 aprile 2019, al rientro da un viaggio dall’Olanda per conto dell’organizzazione, trovato in possesso di circa 7 kg di cocaina ed il sequestro di una grossa somma di denaro, 557.410 euro, nei confronti di altri due corrieri, somma destinata all’acquisto di sostanza stupefacente e strettamente collegata ad uno degli innumerevoli viaggi organizzati per l’acquisto all’estero di sostanza stupefacente.

Ulteriore riscontro è stato acquisito con il sequestro di persona a scopo di estorsione nei confronti del cognato di uno dei corrieri a causa di un debito, di 350 mila euro, per l’acquisto all’estero di sostanza stupefacente. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti