Palazzo Corvaja, ex sede del parlamento siciliano

TAORMINA – “Il Comune ha fatto tutti gli atti dovuti e svolto tutti i necessari adempimenti per i lavori di Palazzo Corvaja. Adesso attendiamo una risposta del Servizio Turistico sul necessario rilascio provvisorio dei locali, senza la quale l’iter non potrà andare avanti e si rischia di compromettere l’esito del finanziamento ottenuto”. Il monito arriva dall’Amministrazione comunale di Taormina che, attraverso le parole del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia, così fa il punto della situazione sull’iter per i previsti lavori di Palazzo Corvaja e va in pressing sul Servizio Turistico Regionale affinchè possa arrivare al più presto una risposta sulla richiesta di rilascio temporaneo dei locali.

Il Comune ha richiesto, in sostanza, al Str che gli uffici del Servizio Turistico di Taormina vengano liberati in via provvisoria per consentire l’espletamento dei previsti interventi di ristrutturazione dell’ex sede del parlamento siciliano. La risposta al momento ancora non è arrivata e così Scibilia avverte: “Non c’è molto da dire, la situazione è chiara. Noi abbiamo fatto tutto quello che c’era da predisporre. A questo punto senza il rilascio dei locali, l’Urega non potrà espletare la gara, i lavori non potranno essere effettuati e potrebbero determinarsi delle problematiche sul finanziamento ottenuto”.

Nelle scorse settimane proprio dagli uffici regionali sarebbe arrivata apposita richiesta nella quale si evidenzierebbe la necessità che il palazzo venga reso interamente libero per l’esecuzione delle opere. Un problema non di poco conto perchè all’interno di Palazzo Corvaja ha sede, come detto, l’Ufficio di Taormina del Servizio Turistico Regionale. Ci sono gli uffici del Str e c’è il punto informazione che da sempre rappresenta un punto di riferimento per i turisti di Taormina.

Il Comune di Taormina ha prospettato una sede provvisoria al Str Taormina e sarebbe stata già ipotizzata la soluzione di un trasferimento per qualche tempo nei locali di Corso Umberto, da tanti anni sede dell’Associazione nazionale Combattenti e Reduci. Una soluzione che però, a quanto pare, sin qui non avrebbe trovato il gradimento della Regione.

Enzo Scibilia

Si potrebbe anche valutare un’alternativa ma il problema è che nel patrimonio di cui è proprietario il Comune non sembrano esserci altri beni pronti e da subito agibili. Il Str, con il proprio personale, già in questi mesi è stato relegato in una condizione di precarietà e da più parti si chiede una maggiore considerazione per la storia e l’importanza strategica di questo servizio.

Per l’esecuzione delle opere di cui necessita Palazzo Corvaja il Comune di Taormina ha ottenuto Un milione e 180 mila euro e adesso sarà l’Ufficio Regionale per le Gare d’Appalto a procedere all’affidamento di questi interventi. Nel frattempo il Comune dovrà risolvere i problemi. Oltre al Str, ricordiamo, all’interno di Palazzo Corvaja si trova anche la sede dell’Associazione Albergatori Taormina, che ha già ricevuto anch’essa analoga comunicazione.

I lavori in agenda, che sembrano destinati a scattare nella fase finale dell’anno, dovrebbero porre rimedio alle infiltrazioni d’acqua dal tetto ed in concomitanza con le piogge diventa un complesso vulnerabile con i relativi disagi se nel frattempo sono in atto delle mostre ed eventi espositivi all’interno dell’edificio.

© Riproduzione Riservata

Commenti