TAORMINA – Il Comune di Taormina prova a dare una svolta alla situazione delle case popolari presenti sul territorio cittadino. E’ stato indetto e pubblicato un bando pubblico per l’assegnazione “in locazione semplice di alloggi di edilizia residenziale pubblica” siti in città. L’avviso, di otto pagine, intende mettere ordine in un contesto caratterizzato negli anni da una situazione caotica e non poche polemiche.

In particolare a Trappitello da parecchi anni a questa parte si sono registrati episodi incresciosi riguardanti la titolarità di alcuni edifici, la gestione degli immobili ed anche per alcuni comportamenti e relative tensioni nell’abitato di Via Paladini. Il tutto tra le proteste di alcuni residenti che hanno spesso lamentato le condizioni di degrado di alcuni complessi residenziali.Sono stati così disposti tutti i relativi requisiti per assegnare immobili che “risultano disponibili o si rendessero disponibili per risulta nel periodo di efficacia della graduatoria, a nuclei familiari che sono in possesso dei requisiti di legge, previa formulazione di una graduatoria redatta ai sensi della vigente normativa”.

Il Comune ha evidenziato nel bando che “tutti coloro che occupano o hanno occupato abusivamente un alloggio di edilizia residenziale pubblica negli ultimi 5 anni, decorrenti dalla data di accertamento dell’occupazione abusiva, non possono partecipare al presente bando”. La clausula verrà applicata “a tutti i componenti del nucleo familiare”. La locazione semplice degli alloggi per l’edilizia popolare rappresenta, insomma, un punto dal quale ripartire per mettere ordine e cercare di migliorare anche le condizioni di vivibilità delle zone in questione, dove il Comune intende muoversi in sinergia con l’Istituto Autonomo Case Popolari di Messina, valutando anche eventuali altre iniziative future.

© Riproduzione Riservata

Commenti