LOUDENVIELLE (FRANCIA) (ITALPRESS) – Nans Peters ha vinto in solitaria l’ottava tappa del Tour de France 2020 da Cazeres-sur-Garonne a Loudenvielle, la prima vera frazione pirenaica che nel corso dei suoi 141 chilometri ha regalato, come da previsioni, grandi emozioni. Arriva la fuga ed è il corridore francese dell’AG2R-La Mondiale a scrollarsi di dosso gli altri battistrada, lasciando sul posto Zakarin in discesa e andando poi a trionfare da solo con Skujins secondo e Verona terzo al traguardo. Dietro, però, è gran bagarre tra gli uomini di classifica, ma non cambia il possessore della maglia gialla, che resta sulle spalle di Adam Yates.

Sull’ultima ascesa di giornata, il Col de Pereysourde, esplode la corsa e si susseguono gli scatti dei big. Thibaut Pinot va in seria difficoltà e si stacca, Primoz Roglic tenta l’allungo in discesa ma dopo alcune centinaia di metri Egan Bernal e la maglia gialla Adam Yates si riportano sulle sue ruote. Ad approfittarne, invece, è Tadej Pogacar, che attacca nel tratto più duro e recupera gran parte dei secondi persi ieri a causa del ventaglio. Domani in programma la nona tappa della Grande Boucle da Pau a Laruns, di 153 km. Cinque GPM tra cui il Col de la Hourcere e il Col de Marie Blanque di prima categoria a fare da scenario alla lotta tra gli uomini di classifica. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti