TAORMINA – “Invito tutti a non usare i social in modo indiscriminato per dare opinioni e dare notizie non confermate, per spargere dubbi e terrorizzare perché poi questo fa male e si viene smentiti e non si fa una bella figura”. L’appello arriva dal sindaco di Taormina, Mario Bolognari che ha voluto così commentare l’episodio, definito “riprovevole”, delle voci del tutto infondate che avevano preannunciato casi di positività riguardanti il Centro Parrocchiale di Taormina.

Una dura e condivisibile presa di posizione quella del sindaco, che ha così voluto soffermarsi sulla sgradevole vicenda riguardante il Centro Parrocchiale di Taormina, che come comunicato ieri mattina da BlogTaormina ha effettuato 40 tamponi tutti negativi, senza alcun caso di contagio. In precedenza, tuttavia, erano circolate sui social network voci del tutto infondate nelle quali si annunciavano (inesistenti) casi di positività al virus.

“Sulla comunità parrocchiale si erano creati dubbi e notizie infondate, poco prima di partire per una vacanza a conclusione del follest. Tutti gli animatori hanno fatto il tampone e hanno ottenuto l’esito risultando negativo – ha evidenziato Bolognari -. Dispiace quindi per chi è stato oggetto di questi sospetti, nonostante per due mesi abbia svolto in modo corretto e disciplinato le attività con 150 bambini, che hanno mantenuto le distanze e con il tutto che è stato svolto dal punto di vista sanitario ineccepibile”.

© Riproduzione Riservata

Commenti