Settembre si apre subito con alcuni casi di positività al Coronavirus che stanno colpendo la Sicilia, interessando la zona di Giardini Naxos e Taormina, primo polo turistico dell’isola.

Si registrano già 3 casi ufficiali e sono in corso ulteriori accertamenti dai quali potrebbero emergere altre situazioni analoghe. Per fortuna i ragazzi che al momento risultano contagiati sono in buone condizioni di salute.

E’ il prevedibile colpo di coda del Covid che a fine estate, a conclusione delle vacanze, presenta puntuale il conto e in questa fase sta colpendo soprattutto i giovani. Era da mettere in preventivo che sarebbe potuto accadere ed ecco la conferma. Ora c’è da individuare chiunque abbia potuto contrarre il virus, per bloccare sul nascere il rischio di focolai sul territorio. Chi avverte dei sintomi deve contattare l’Asp Messina e sottoporsi agli opportuni accertamenti. Collaborare è essenziale per combattere un nemico subdolo che può nascondersi ovunque e può colpire chiunque.

Bisogna dare priorità alle autorità sanitarie e ai protocolli per la tutela della salute (la propria e quella altrui), non al nulla cosmico dei tribunali social, dove tanti (troppi) soggetti ascrivibili alla categoria dei “sotto i capelli niente” sono interessati a conoscere nome, cognome e codice fiscale dei positivi soltanto per la futile opportunità di fare cortile e poi smanettare con lo smartphone in modalità “io lo so chi è”.  

Adesso, come abbiamo già evidenziato qui, è il momento della grande attenzione e della prudenza, è l’ora del senso di responsabilità che chiama in causa tutti e nessuno escluso. Non bisogna lasciarsi andare alle polemiche spicciole e agli isterismi che trovano benzina e propellente soprattutto nel calderone dei social network. Sta per scattare la ressa di voci con il bombardamento di chiacchiere che già si muove, senza tregua, come un fiume in piena sulla rete. Calma e sangue freddo, non vi fermate ai “sentito dire”. Attendete tutte le comunicazioni che arriveranno a breve dalle fonti preposte e qualificate sugli sviluppi della situazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti