Eddy Tronchet

TAORMINA – Eddy Tronchet, candidato sindaco alle comunali 2018 della lista Movimento 5 Stelle a Taormina, dice addio ai grillini e ora per lui si aprono le porte della coalizione di centrodestra, dove sono già iniziate le grandi manovre per provare a costruire un fronte compatto in grado di contrapporsi alle elezioni del 2023 all’attuale Amministrazione.

“La mia storia politica è quella e non ne ho mai fatto mistero – spiega Tronchet -. Negli anni in cui militavo allora in Forza Italia, tra l’altro, ho fatto battaglie importanti e vinte per la città come quella, in particolare, che ha impedito la realizzazione del porto turistico a Villagonia, che avrebbe cementificato e devastato la baia”.

“L’esperienza nella lista del M5S è chiusa – evidenzia Tronchet – e mi sento di dire che, in tutta franchezza, non so quale fosse la vera natura di questo movimento. Volevano aprire il Parlamento come una scatoletta ma poi si sono persi da quando hanno vinto le elezioni nazionali del 2018. Alla fine è venuta fuori la loro vera estrazione politica, che è di sinistra, ma soprattutto si sono dimostrati l’opposto di quello che dicevano di essere”.

“A Taormina – dichiara Tronchet – adesso bisogna lavorare con determinazione per creare un progetto di governo realmente alternativo al sindaco Bolognari e ai suoi alleati. Non basta ricomporre il centrodestra, bisogna superare i vecchi schemi, ampliare e allargare a tutti i delusi e a chi vuole contribuire col proprio apporto e con le proprie idee a creare un nuovo progetto per la città. La città è stanca di questo modo di amministrare il territorio. Si dovrà lavorare sin da adesso, ascoltare la gente e avviare un lavoro di preparazione per le prossime elezioni, attraverso un ragionamento politico e un confronto che consenta la previsione di un programma credibile, sostenibile, attuabile e che possa davvero fare l’interesse della città e dei cittadini per rilanciare questo territorio come merita. Dobbiamo andare oltre i personalismi e oltre le auto-candidature, Taormina non può rimanere nelle mani dell’attuale sindaco e di questa Amministrazione”.

© Riproduzione Riservata

Commenti