ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo presentato al Comitato Tecnico Scientifico le nostre proposte, che dovrebbero passare in esame tra oggi e domani. Quella che ci sta particolarmente a cuore è la limitazione dei tamponi, sempre con il principio del massimo rispetto della salute degli atleti, ma garantendo al contempo una maggiore flessibilità”. Lo ha dichiarato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine del Consiglio federale a Roma.

Sulla riapertura degli stadi, ha spiegato il numero uno della Figc, “siamo fiduciosi che il Comitato Tecnico Scientifico possa tener conto della nostra capacità, visto anche l’esito positivo che hanno dato non solo i protocolli, ma anche i controlli. Da quando? Dal momento in cui si riterrà opportuno riaprire gli stadi saremo tutti più sereni e più tranquilli. Ora aspettiamo la Supercoppa Europea: quello sarà un messaggio a tutto il mondo del calcio e non solo all’Italia. Noi non vogliamo assolutamente corsie preferenziali, ma sappiamo anche i numeri che muove il mondo del calcio”.

Il Consiglio federale odierno ha inoltre ufficializzato le date del prossimo campionato (la Serie A partirà il 19 settembre per concludersi il 23 maggio 2021, mentre Serie B, Serie C e Dilettanti cominceranno nel weekend del 26-27 settembre) e ha approvato la proposta dell’Associazione italiana arbitri di riunire Can A e Can B. “E’ un tassello importante per la crescita dei nostri arbitri – ha spiegato Gravina – A breve riprenderanno anche i lavori a Coverciano per la sala Var”. Infine una battuta sul possibile addio di Messi al Barcellona: “Il suo trasferimento è un affare imprenditoriale. E’ chiaro che con lui il calcio italiano avrebbe un valore aggiunto indiscutibile”, ha concluso Gravina. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti