il sindaco di Taormina, Mario Bolognari

TAORMINA – “Sul caso Bruno Peres si deve procedere secondo i protocolli previsti. Coloro che sono stati in contatto stretto con il calciatore devono fare il tampone in via cautelativa. Contatto stretto si intende per più di quindici minuti, a distanza di meno di un metro e senza la mascherina. È chiaro che questa circostanza non riguarda gli avventori dei locali nei quali Peres si è recato, ma semmai qualche dipendente. Ecco perché i dipendenti che hanno contatto con i clienti devono indossare sempre la mascherina. I titolari dei bar, dei ristoranti, dell’albergo quindi devono cautelativamente far fare il tampone ai dipendenti che hanno avuto contatti con questo cliente. Va aggiunto che il calciatore risultato positivo è asintomatico e quindi con scarsa pericolosità. La vicenda suggerisce di seguire sempre i protocolli e di essere attenti sempre e con chiunque. Ieri abbiamo sanzionato un albergo e nei prossimi giorni faremo la stessa cosa con bar e ristoranti. La prevenzione è l’arma più potente per impedire al virus di espandersi”. Lo afferma il sindaco di Taormina, Mario Bolognari a seguito della notizia di positività al Covid del calciatore Bruno Peres che nei giorni scorsi era stato in vacanza nella Perla dello Ionio.

© Riproduzione Riservata

Commenti