MILANO (ITALPRESS) – “Credo che gli stadi riapriranno solo quando ci sarà il vaccino”. Questa la previsione del presidente del Milan Paolo Scaroni sulla nuova stagione della Serie A, che dovrebbe partire il 19 settembre. Il mondo del calcio spera di poter rivedere presto i tifosi sugli spalti, ma l’andamento della pandemia non lascia presagire novità positive nel breve periodo. “Nessuno ha mai vissuto una situazione come quella provocata dal Covid-19 – ha osservato il presidente rossonero in’intervista a Milan Tv – Fin quando non ci sarà il vaccino si potranno trovare delle mezze soluzioni, ma non avremo il pubblico sugli spalti in modo compatto. Ma penso che prima della fine dell’anno il vaccino ci sarà e dunque sono ottimista sul fatto che gli stadi torneranno a riempirsi presto”. Scaroni ha toccato poi il tema del nuovo stadio.

“Io sono fiducioso – ha spiegato il presidente del Milan – Con l’amministrazione comunale abbiamo raggiunto un’intesa sui metri cubi assegnati: non è esattamente quello che speravamo, ma lo abbiamo accettato. Il sindaco e la maggioranza sono d’accordo sul progetto e anche le opposizioni si sono espresse positivamente: mi sembra che la stragrande maggioranza delle forze politiche siano favorevoli al nuovo stadio. Immaginare un Milan con 60-70 milioni di ricavi in più ogni anno apre nuovi orizzonti”. Infine una battuta sugli obiettivi della prossima stagione: “Mi accontenterei di vedere il Milan giocare come nel periodo post Covid – ha spiegato Scaroni – In estate abbiamo fatto vedere un calcio divertente, con risultati molto positivi. Se ripartiamo come abbiamo terminato l’ultimo campionato faremo benissimo”. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti