Giuseppe Santoro

GIARDINI NAXOS – La Federazione Italiana Pizzaioli ha un nuovo presidente ed è di Giardini Naxos. Giuseppe Santoro è stato votato, infatti, all’unanimità dai soci presenti.

A distanza di 12 anni viene rieletto il 49enne pizzaiolo naxiota che nel Luglio 2003 era stato il fondatore e primo socio di questo sodalizio e che ha, quindi, ricoperto lo stesso incarico fino al 2008.

In questi anni Santoro è stato impegnato in diversi progetti in giro per il mondo, da protagonista e soprattutto da apprezzato professionista. Il “re dei pizzaioli” ha riscosso consensi senza confini: in Svizzera, negli Emirati Arabi, in Cina, in Malesia, e non ultima l’Australia, dove ha vissuto fino a un anno fa e oggi a distanza di un’anno dal suo rientro eccolo di nuovo in prima linea in questo nuovo progetto. Succede a Giovanni Mento che ha condotto la Fip dal 2009 ad oggi è che ha ceduto la presidenza per motivi personali.

Il Nuovo Direttivo avrà oltre al presidente Santoro anche un vicepresidente di Giardini Naxos, Gianluca Sozubir. Responsabile della segreteria nazionale Claudio Puglisi di Taormina e consigliere Nazionale lo chef Giovanni Cannavò di Castelmola. Delegato per la Sicilia nel direttivo sarà Santi Alessandro De Natale, di Fiumefreddo di Sicilia.

da sinistra Alessandro De Natale, Gianluca Sozubir, Giuseppe Santoro, Giovanni Mento, Giovanni Cannavò e Claudio Puglisi

“I progetti da realizzare, nonostante le problematiche del Covid, sono tanti come anche i progetti in corso, come le scuole sul territorio già attivate, Messina – Taormina – Catania, dove realizzeremo: corsi per pizzaioli con master di specializzazione, corsi per aspiranti pizzaioli, visto la grande richiesta sul territorio nazionale e estero, anche grazie alla collaborazione con alcuni enti. Inoltre puntiamo sulla pizza di qualità, un progetto per certificare le pizzerie che utilizzano e valorizzano prodotti del Territorio. Eventi e Master Class, sia per professionisti e non. Al momento sono in programmazione, oltre che in Sicilia, eventi anche in altre regioni Italiane”.

© Riproduzione Riservata

Commenti