la sen. Urania Papatheu

ROMA – “Il M5S inneggia al taglio dei parlamentari millantando che così si avrà un risparmio per lo Stato ma è un bluff che nasconde il meschino tentativo di rifarsi una verginità da parte di chi ha conosciuto il potere e non vuole più mollarlo. In una democrazia parlamentare già debole, depotenziare la politica e togliere facoltà di scelta ai cittadini è il sogno anti-democratico dei grillini, servitori sciocchi dell’elitè finanziaria”. Lo afferma la parlamentare di Forza Italia, Urania Papatheu.

“Meno parlamentari ci saranno – dichiara la sen. Papatheu – e più sarà facile controllarli e ricattarli per le banche, per i fondi monetari e l’alta finanza. Il referendum è la grande truffa di personaggi dalle dubbie doti intellettuali e di inesistenti capacità politiche che offendono l’intelligenza degli italiani e chiedono con fare ipocrita un sì per prenderli ancora in giro”.

“E’ una finta battaglia moralista non per tagliare sprechi ma per sbarazzarsi del Parlamento e limitare le libertà dei cittadini. Lo Stato ha i suoi costi ma se la democrazia costa troppo, il Movimento (Casta) 5 Stelle vuole forse instaurare un regime che costa meno? Vogliono sostituire il Parlamento con la piattaforma Rousseau di Casaleggio o con qualche task force di tecnici ed esperti come quelli che hanno già rovinato gli italiani?”.

© Riproduzione Riservata

Commenti