Carabinieri

GIARDINI NAXOS – Dramma sfiorato a Giardini Naxos, dove una ragazza ha tentato di togliersi la vita ed è stata salvata in extremis dai Carabinieri della Compagnia di Taormina. Tutto è scaturito da una lite in famiglia, un momento di tensione che ha poi innescato una vicenda nella quale si è rivelato provvidenziale l’intervento dei militari dell’Arma dell’Aliquota Radiomobile di Taormina e della Stazione Cc di Giardini.

Una signora ha chiamato infatti i Cc facendo presente che la figlia, 20enne, dopo aver aggredito il fratello con i cocci di un vaso, provocandogli una ferita all’avambraccio sinistro, era salita sul tetto della propria abitazione.

La donna, nel frattempo, aveva anche già richiesto l’intervento del 118. Nel frattempo la ragazza, come detto, si è portata al piano superiore dell’edificio, minacciando di lanciarsi nel vuoto da un’altezza di circa 15 metri. Sul posto sono giunti così i Carabinieri e la giovane veniva intrattenuta da un brigadiere, con l’intento di farla desistere dal tentare il gesto estremo ed anche per attendere l’arrivo di un negoziatore della Compagnia Cc di Milazzo, chiamato dai Carabinieri di Taormina per accorrere sul luogo del fatto.

La ragazza, tuttavia, si mostrava ancora intenzionata a compiere il tragico gesto, a quel punto si è reso necessario intervenire subito per salvarla ed è stata raggiunta dai carabinieri sul tetto, dove si è portato tra gli altri anche il comandante della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos, il luogotenente Giovanni Pio Fichera.

I carabinieri sono riusciti a bloccare la ragazza, mettendo a rischio anche la propria incolumità, vista l’altezza dell’edificio ed il punto in cui si trovavano sia la ragazza che le forze dell’ordine. La giovane è stata così salvata e poi immediatamente trasportata in ospedale per le opportune cure.

© Riproduzione Riservata

Commenti