Polizia locale di Taormina

TAORMINA – “Mutuo soccorso” in vista tra le Amministrazioni dell’Unione dei Comuni Naxos-Taormina per i rispettivi corpi di Polizia municipale che sono rimasti con pochi agenti a disposizione e soprattutto nel caso di Taormina si trovano a dover affrontare l’ennesima estate in piena emergenza e con soli 7 uomini a disposizione in un organico ormai ridotto ai minimi storici. La questione verrà affrontata già nella riunione prevista il 31 agosto, quando si troveranno a confronto i sindaci.

Nel caso di Taormina si contava di risolvere, almeno per adesso, la situazione o almeno alleviare i disagi attraverso l’avvenuto placet ad un supporto da parte della Polizia metropolitana, che poi in sostanza sta riguardando soprattutto i servizi di controllo in occasione delle serate in cui si tengono degli eventi in città. Nel recente fine settimana di ferragosto gli uomini della Polizia locale taorminese hanno così dovuto effettuare servizi di controllo con le proprie residue forze nei punti strategici come lo svincolo di Spisone, o anche a Mazzeo. Ed ecco perchè si pensa ora ad una intesa che consenta, in attesa dei rinforzi, che i comuni possano collaborare aiutandosi l’uno con l’altro nelle occasioni in cui c’è bisogno di presidiare le principali aree del territorio.

Una necessità soprattutto per Taormina, una prospettiva sulla quale pare esserci comunque la disponibilità da parte degli altri comuni dell’Unione a ragionare e cercare un’intesa. L’Unione dei Comuni, come si sa, comprende oltre a Taormina e Giardini anche Letojanni, Castelmola, Gallodoro e Mongiuffi. In ogni caso appare sempre più di grande importanza che in vista del 2021 possano iniziare a concretizzarsi gli arrivi di nuovi istruttori di vigilanza, con il Comune di Taormina che ha previsto l’assunzione di ben 11 unità. Il problema è che ad oggi nessuno sa quando questo “miracolo” potrà concretizzarsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti