Odissea (foto Santo Consoli)

“Si riparte con l’ultima settimana di repliche per l’Odissea alle Gole dell’Alcantara e siamo davvero grati al pubblico per i sold out che ci ha regalato e continua a regalarci con questo spettacolo. Dal botteghino ci informano che i pochi posti rimasti sono prevalentemente concentrati nelle due repliche di domenica”.

Riprendono oggi nelle Gole dell’Alcantara le repliche della rappresentazione tratta dall’immortale opera di Omero dal regista Giovanni Anfuso, molto soddisfatto per il crescente consenso per questo spettacolo – sempre sold out nella scorsa stagione e inserito dalla Regione Siciliana nell’elenco dei Grandi Eventi 2020 – prodotto da Buongiorno Sicilia e Vision Sicily con il supporto di Isola Bella Gioielli. L’evento viene supportato anche dall’Associazione Albergatori Taormina. BlogTaormina è media partner dell’evento.

“Non si fa in tempo a gioire per questi bei risultati – ha detto Anfuso – che subito, nello splendido scenario delle Gole, iniziamo le prove dell’Inferno di Dante, che debutterà il 27 agosto. Ma per applicare le normative anti-covid, siamo stati costretti a spostare all’esterno tutte le prove e questo ha comportato dei ritardi”.

“Ci scusiamo dunque con i giornalisti – ha aggiunto il regista – perché, per la prima volta da quando proponiamo i nostri spettacoli, non ci sarà l’anteprima per la stampa. I giornalisti, comunque, saranno ovviamente ospiti della produzione distribuiti nelle varie repliche, concordandolo con l’Ufficio stampa”.

Per quanto riguarda Odissea, intanto da giovedì venti a domenica 23 agosto, andranno in scena le ultime otto repliche dell’epopea di Ulisse e gli organizzatori consigliano di affrettarsi a prenotare i biglietti – disponibili sia on line attraverso il circuito Boxoffice Sicilia, sia nel Botteghino delle Gole, aperto dalle 19 nei giorni degli spettacoli.

Questa Odissea, che ha riportato il mito nella sua cornice naturale e che il pubblico ha apprezzato per i tanti riferimenti all’attualità , vedrà dunque stasera di nuovo in scena Davide Sbrogiò (Odisseo maturo), Liliana Randi (Atena ed Euriclea), Angelo D’Agosta (Odisseo giovane), Salvo Piro (Omero), Giovanna Mangiù (Penelope/Circe), Luigi Nicotra (Telemaco), Corrado Drago (Alcinoo/Eumeo), Pietro Casano (Zeus/Antinoo) e Alberto Abbadessa (Euriloco).

Tutti hanno riscosso grandi applausi, così come Proci, ciurma, sirene e ancelle: Alessandro Caruso, Gabriele D’Astoli, Giuliana Giammona, David Marchese, Luca Micci, Davide Pandolfo, Francesco Reale, Alessandra Ricotta, Francesco Rizzo e Ilenia Scaringi. Apprezzamento per elementi scenici e costumi di Riccardo Cappello, le musiche, di Nello Toscano, le coreografie di Fia Distefano e le luci di Alberto Russo. L’aiuto regista è Agnese Failla.

“Da questo gruppo rodatissimo di professionisti – ha sottolineato Anfuso – nasce in gran parte anche la nuova edizione di Inferno, che comunque presenta alcune importanti novità: un nuovo Virgilio e un nuovo Ulisse, per esempio. E poi, sempre nel rispetto delle normative anti-covid, abbiamo dovuto adattare le danze, che sono però, se possibile, ancor più belle e intense”.

“E tra le sorprese più affascinanti per il pubblico – ha concluso il regista – ci saranno infine gli effetti speciali creati apposta per lo spettacolo da una firma importantissima: Alfredo Vaccalluzzo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti