Mario Monti (foto Panorama)

ROMA – “La nomina di Mario Monti a Presidente della Commissione OMS per la Salute è una scelta inquietante, che fa riflettere su come ancora una volta le scelte che contano passano sulla testa dei cittadini e si premia chi li ha massacrati. Poteva bastare averlo nominato senatore a vita e invece no, ecco un altro incarico che già fa presagire altri tagli”. Lo afferma la parlamentare siciliana Urania Papatheu, esponente di Forza Italia.

“Nel momento in cui c’è una pandemia e il sistema sanitario va potenziato – afferma la sen. Papatheu – si fa ricorso a un tecnocrate che persegue la spending review e applicherà la stessa linea “lacrime e sangue” che gli italiani hanno già sperimentato sulla loro pelle. Mentre si impedisce agli italiani di tornare al voto e la crisi necessiterebbe di politiche coraggiose per uno sviluppo, il potere è sempre più in mano ai banchieri che hanno distrutto il ceto medio.

“Monti all’OMS è uno schiaffo agli italiani, anzi un premio a chi ha assolto al suo compito di guidare una giunta militare quando nel 2011 vi fu un colpo di Stato finanziario e giudiziario ai danni di Silvio Berlusconi e il Paese venne consegnato alle sinistre che da allora governano senza consenso e senza vergogna”.

© Riproduzione Riservata

Commenti