la senatrice Urania Papatheu

ROMA – “L’ipocrisia senza limiti delle sinistre sta gettando l’Italia nel caos con un’invasione senza precedenti di migranti che poi diventano una “scheggia impazzita” con gravi rischi per i cittadini”. Lo afferma la parlamentare di Forza Italia, Urania Papatheu.

“Io stessa ho assistito all’ennesima scena sconcertante con alcuni extracomunitari che girovagavano alla stazione di Roma, uno dei quali sanguinante per una presumibile ferita d’arma da taglio, erano intenzionati a salire su un treno e hanno cercato di sottrarsi ai controlli delle forze dell’ordine”, evidenzia la sen. Papatheu.

“Così si espongono i cittadini e anche le forze di polizia a possibili aggressioni e chi viaggia di notte può ritrovarsi in pericolo. Questa non è solidarietà, il vero razzismo è quello di un governo che non può dare lezioni di moralità a nessuno e specula sulla disperazione facendo arrivare migliaia di persone che qui non avranno mai un futuro e le consegna poi alla strada e alla criminalità”.

“Questa finta “accoglienza” è quanto di più squallido ci possa essere. Le sinistre non fermano gli sbarchi: per fare l’interesse di chi? Perché gli italiani devono subire questa invasione? Anziché regalare 11 mln alla Tunisia, M5S, PD e IV mettano fine subito alla deportazione di migranti che diventano “nuovi schiavi”. La misura è colma, la gente non ne può più”.

© Riproduzione Riservata

Commenti